Stella di Natale
Dic 12 2017

La Stella di Natale

La Stella di Natale

Nel periodo natalizio non può mancare la Stella di Natale, con le sue foglie rosso vivo che riempiono ulteriormente di colore le nostre case. Purtroppo, passato il Natale, questa bellissima pianta inizia a perdere le foglie, e quindi viene buttata.
Eppure con un po’ di cura e di pazienza la pianta che vi viene donata può sopravvivere e rendersi nuovamente attraente l’inverno successivo, basta conoscerla meglio e darle le attenzioni che richiede.

Le caratteristiche della Stella di Natale

La Stella di Natale o Euphorbia pulcherrima appartiene al genere vastissimo dell’Euphorbia, comprendente piante di morfologia molto diversa fra loro.
Originaria del Messico è una specie che nei climi temperato-caldi viene mantenuta all’aperto per tutto l’anno mentre nelle zone a clima più freddo si tiene al chiuso nei mesi più freddi e fiorisce in inverno.
Il suo fiore, il ciazio, è all’interno delle foglie colorate. La temperatura ottimale per la fioritura va dai 15 ai 22°C, e in questo periodo la pianta necessita di luce diurna alternata a buio così da simulare anche all’interno delle nostre case il ciclo della giornata invernale. Ogni due settimane andrà concimata e l’innaffiatura dovrà essere regolare senza per questo provocare dannosi ristagni d’acqua.

Cura della Stella di Natale

Dopo la fioritura, quando la pianta entra in riposo vegetativo, indicativamente a marzo, si potano energicamente i rami che hanno fiorito e si procede al rinvaso, che va fatto con particolare attenzione per non danneggiare sia i rami che l’apparato radicale. In questo periodo si può eseguire anche la riproduzione, tramite talea, ossia tagliando un rametto e inserendolo in un vasetto pieno d’acqua per far comparire nuove radici e quindi invasare la nuova pianta.
Quando non c’è più il rischio di gelate notturne, la pianta viene posta all’esterno. Durante il periodo in cui la pianta è all’esterno le innaffiature possono diradarsi e così anche la concimazione andrà eseguita mensilmente.
In autunno, quando la si riporterà in casa, e prima che compaiano le caratteristiche foglie rosse, andrà sistemata in un luogo in cui potrà ricevere luce diurna alternata a buio, riprendendo l’innaffiatura costante con una concimazione eseguita ogni 2 settimane.
Così potremo avere la nostra Stella di Natale nuovamente nel suo splendore durante le prossime festività natalizie.

Share Post